Error message

User warning: The following module is missing from the file system: vg30. For information about how to fix this, see the documentation page. in _drupal_trigger_error_with_delayed_logging() (line 1128 of /var/www/clients/client8/web8/web/drupal/includes/bootstrap.inc).

CONTIENE MELISSA E BIANCOSPINO

Crataegus (biancospino) e Melissa sono indicate per ridurre stress, nausee, nevralgie e per placare gli stati di angoscia e inquietudine!

MELISSA: la Melissa viene impiegata negli stati d’ansia con somatizzazioni a carico del sistema gastroenterico. Per la sua azione antispasmodica, antinfiammatoria e carminativa è indicata in caso di dolori mestruali, nevralgie, disturbi della digestione, nausea, flatulenza, crampi addominali e colite. Questa pianta è utilizzata anche nel trattamento del mal di testa, quando è causato da tensione nervosa, grazie alla presenza dell’olio essenziale (0,5%) che agisce come calmante sul sistema nervoso, e rilassante su quello muscolare. Il suo uso è particolarmente indicato in presenza di un quadro d’irritabilità generale, insonnia causata da stanchezza eccessiva, nervosismo, sindrome premestruale e tachicardia su base funzionale. L'estratto di foglie fresche di melissa possiede attività antivirali, dovute alla presenza di acidi polifenolici e polisaccaridi, ad esempio contro l'herpes simplex.

CRATAEGUS: viene chiamata la "valeriana del cuore", in quanto è un ottimo tonico stimolante cardiaco: dilata le arterie coronariche, migliorando l'afflusso del sangue, elimina le aritmie e riduce i livelli di colesterolo. Viene inoltre utilizzato per placare l'inquietudine, il senso di angoscia e di oppressione. La buona tollerabilità e la mancanza di assuefazione rendono il biancospino particolarmente indicato per un trattamento profilattico prolungato, tanto nell'età di mezzo - ai primi accenni di una patologia coronarica - quanto in età più avanzata come coadiuvante al trattamento delle cardiopatie degenerative, per le quali poco rigorosamente è stata introdotta la definizione di "cuore senile".