Search form

Our blog

Veronesi: “Sigaretta elettronica strumento di lotta ai tumori”

In una recente intervista a Sigmagazine, Umberto Veronesi, oncologo di fama internazionale, afferma che la sua scelta di far parte del Comitato scientifico sulla sigaretta elettronica è legata alla sua totale fiducia in questo strumento: "Credo nelle potenzialità della sigaretta elettronica come strumento di lotta al tumore del polmone e gli altri tumori correlati al tabacco".

Il Comitato scientifico sulla sigaretta elettronica nasce da un'idea della Liaf, la Lega Italiana anti fumo, la quale è coordinata dal Prof. Riccardo Polosa dell'Università di Catania e riunisce diversi autorevoli medici e scienziati che da sempre si battono per dimostrare l'efficacia della sigaretta elettronica come mezzo alternativo alla sigaretta normale.

"Le sigarette tradizionali contengono tabacco, le elettroniche no." afferma Veronesi, "Il tabacco, anzi, per precisione le sostanze che vengono liberate dal tabacco nel processo di combustione, sono altamente cancerogene. Quindi le sigarette tradizionali causano il cancro, mentre le elettroniche non hanno alcuna azione cancerogena." 
Ciò che le numerose ricerche effettuate in questi anni dimostrano è che l'ecig può aiutare le persone nella lotta contro il vizio del fumo, fino a perderlo completamente e migliorando 
fin da subito lo stato di salute: si riducono i danni legati alla combustione delle sigarette e, nel corso del tempo, si dimezza il rischio di attacchi cardiaci e tumori.

L'inforgrafica qui riportata, è un chiaro schema di ciò che accade al corpo umano nel momento stesso in cui si smette di fumare. Alla luce di quanto espresso dal Professor Veronesi, se l'impresa risulta difficile, la sigaretta elettronica diventa un ottimo alleato.

[L'inforgrafica originale è in inglese; qui è riportata tradotta in italiano] 

Benefici del vaping inforgrafica - DEA

Iscriviti alla newsletter